Yves Saint Laurent: il nuovo fondotinta Le Teint Touche Eclat

La luce di Touche Eclat viene infusa in un fondotinta dalla texture inedita,
capace di sublimare la bellezza naturale di ogni donna.

Se d’estate spesso lo mettiamo da parte, con l’arrivo dell’autunno e la perdita della tintarella diventa il nostro miglior alleato. Sto parlando del fondotinta, il cosmetico più utilizzato dalle donne per uniformare l’incarnato e coprire le imperfezioni. Non solo uniformare e coprire, però: se scegli il fondotinta giusto, oggi puoi utilizzarlo anche per illuminare la pelle del viso! ;-) E’ questa, infatti, la novità più interessante di Le Teint Touche Eclat di Yves Saint Laurent, il nuovo fondo della maison francese che prende il nome dall’omonima penna-pennello utilizzata dal 1992 per illuminare, cancellare le zone d’ombra e i segni di stanchezza dal viso.

I laboratori YSL sono riusciti a trasferire le caratteristiche della penna illuminante nel nuovo Le Teint Touche Eclat, allargando l’effetto luminosità a tutto il viso. Grazie alle 22 tonalità divise in tre gamme di colori, il fondo è in grado di rappresentare 7000 colorazioni di pelle, dalle più chiare alle più scure (in Italia saranno disponibili 12 tonalità nelle profumerie tradizionali e 18 presso La Rinascente e Coin).

BD= Beige Doré, B= Beige Neutre, BR= Beige Rosé
Per trovare la giusta tonalità applicare una piccola quantità di prodotto nella zona fra l’ovale del viso e il collo.

Le Teint Touche Eclat unisce la coprenza dei fondotinta fluidi alla luminosità tipica dei correttori illuminanti: il Concentrato Fluido di Luce amplifica la luminosità dell’incarnato e il Soft Focus Gel lo rende naturalmente perfetto, levigato e senza imperfezioni. Di seguito i plus del fondotinta:

Provato per te

Sono ormai un paio di settimane che utilizzo giornalmente Le Teint Touche Eclat di YSL e sono soddisfatta del risultato.

Il mio incarnato è medio ed ho scelto di utilizzare il fondotinta B 40 per restare tono su tono con il mio colorito (in caso la pelle avesse avuto predominanza di rosa avrei scelto i BR, predominanza di giallo BD). Se volessi scaldare il tono della pelle dovrei optare per il B 50 (ovvero una tonalità di un tono più scura), rinfrescarlo dovrei scegliere il BR 30 (ovvero la tonalità più vicina all’incarnato tra le BR).

Generalmente lo applico con le dita (ho provato soltanto una volta con il pennello), perché è piuttosto fluido e si stende con grande facilità: dopo aver erogato una dose sul dorso della mano sinistra, distribuisco poco prodotto su fronte, naso e mento e poi lo stendo verso i contorni del viso (orecchie comprese). Spesso picchietto piccole quantità aggiuntive di prodotto con i polpastrelli su quelle zone che necessitano di maggiore copertura (sotto al naso, sulla zone delle occhiaie, sopra ai foruncoli).

La pelle è morbida, idratata e mat, senza tendere a diventare lucida con il passare del tempo. Il viso ha un colorito naturale e molto luminoso, perfetto senza l’effetto ‘maschera’ :-) .

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>