Come proteggersi dalle punture di insetti fastidiosi? Prevenzione e rimedi naturali!

pic-nicIl tempo passato all’aria aperta aumenta notevolmente d’estate e, visto che ci si veste meno perchè la temperatura è più alta, siamo anche meno protetti da punture di insetti, più o meno dannosi. Pensiamo, per esempio, alle serate che passiamo a chiacchierare in giardino con gli amici o ai pic nic in montagna attorniati da prati fioriti oppure alle passeggiate che facciamo tra i boschi per rilassarci o lungo il mare la sera quando siamo in vacanza… senza che ce ne accorgiamo, diventiamo possibile bersaglio di formiche, zanzare, api, vespe, calabroni e altro.

Come fare allora per prevenire eventuali punture d’insetto? Oltre all’applicazione di repellenti sulla pelle, ecco 3 semplici accorgimenti da adottare:

  1. è consigliato vestirso di bianco o con colori chiarissimi: gli insetti che pungono preferiscono infatti colori scuri o sgargianti;
  2. cercate di evitate di spruzzarvi profumi o essenze profumate che possano ricordare agli insetti l’odore dei fiori;
  3. aumentate il consumo di zinco: secondo alcuni studi, le persone che vengono punte di più lamentano carenza di questo minerale (la dose giornaliera raccomandata è pari a 60 mg).

Se invece siamo già stati punti, si raccomanda di disinfettare accuratamente la parte interessata, estrarre il pungiglione se presente, fare impacchi freddi e stendere una crema antiinfiammatoria. Al posto della pomata, è possibile anche ricorrere a rimedi naturali, come ad esempio:

ape2dd

  • frizionare localmente qualche goccia di olio essenziale di eucalipto o timo (che hanno proprietà antisettiche e analgesiche);
  • sovrapporre alla puntura un fine trito d’aglio o di cipolla;
  • massaggiare qualche goccia di calendula sulla zona interessata;
  • applicare sulla parte colpita un piccolo cataplasma d’argilla mescolata a prezzemolo fresco tritato finemente.

Nella maggior parte dei casi la puntura d’insetto non provoca gravi conseguenze: in genere si esaurisce con dolore localizzato, prurito fastidioso, arrossamento e gonfiore della parte interessata. Tuttavia, alcune persone particolarmente sensibili possono sviluppare reazioni allergiche più gravi, accompagnate da manifestazioni esterne come pallore, sudorazione e respirazione affannosa: in tal caso è bene rivolgersi immediatamente al medico, perchè la puntura venga trattata con i farmaci adeguati.

2 Comments

  1. eloisa

    giugno 16, 2009 at 8:25 am

    ciao Rose, sapresti dirmi quali alimenti contengono zinco? o tu consigli principalmente integratori?
    proprio in questi giorni sono stata punta moltissime volte…aiutoooooo

  2. Pingback: Lavanda: pianta gradevole e profumata, utile per preparare rimedi fai-da-te | Rose In The Wind

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>