Allergie ai pollini? Sfrutta i benefici della medicina integrata!

Chi è allergico li conosce bene! Naso chiuso, prurito, gocciolamento, occhi che lacrimano, starnuti: sono questi i sintomi più evidenti dell’arrivo della primavera con i pollini. Per essere sicuri che si tratti di allergia, e non di un raffreddore, possiamo eseguire i test specifici come il Prick o il Rast.

Solitamente le categorie più colpite dalle allergie primaverili sono i bambini e gli adolescenti, tuttavia si può diventare allergici anche oltre i quarant’anni. Infatti, periodi di stress prolungati, interventi chirurgici o anche la menopausa, indeboliscono l’organismo facilitando la comparsa di allergie.

E’ da sottolineare, inoltre, che una persona può anche accumulare nel corso della vita diverse allergie: ai pollini, agli acari, alle muffe… Per questi pazienti è fondamentale affiancare alla medicina tradizionale la cosiddetta “medicina integrata“, che all’uso di farmaci tradizionali affianca il beneficio di prodotti omeopatici, erbe e rimedi fitoterapici, al fine di rafforzare e depurare l’organismo. A tutto ciò bisogna unire anche una dieta specifica perchè i sintomi peggiorano se  l’intestino è infiammato a causa di una dieta ricca di cibi della stessa famiglia del polline a cui si è allergici, di cibi ricchi di istamina (salumi, alcolici, acciughe, spinacci, pomodori,..) o di cibi istamino-liberatori (fragole, pomodori, cioccolata, pesce, ananas, legumi, frutta secca,…). Infatti, poichè tutte le mucose sono collegate tra loro, adottando un’alimentazione sana si ha un beneficio assicurato e una minore frequenza di crisi acute.

Ecco che cosa si deve evitare:

ALLERGIACIBI DA EVITARE
Graminaceemelone, anguria, pomodoro, arancia, kiwi, pesca, albicocca, ciliegia,prugna
Betulla, Ontanomela, albicocca, noce, ciliegia, pera, nocciola, finocchio, banana, sedano, patata
Parietariagelso, basilico, piselli
Ambrosia, Artemisia, Tarassacosedano, carota, albicocca, noce, nocciola, ciliegia, pera, finocchio,banana, sedano, patata

d
Grazie a queste cure e attenzioni chi è allergico può decisamente migliorare! La cosa migliore da fare è organizzarsi per tempo, prenotare una visita dall’allergologo e cercare di diminuire i sintomi per evitare una crisi. Quindi non aspettare l’ultimo momento per affrontare l’allergia in arrivo: eviterai di doverti imbottirti di farmaci per superare la primavera!  ;-)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>