“L’arte di ascoltare i battiti del cuore”: una tra i romanzi più avvincenti che io abbia mai letto!

Nella mia personale “top 10 romanzi avvincenti”,
“L’arte di ascoltare i battiti del cuore” è in pole position.

E’ uno dei romanzi più avvincenti che io abbia letto negli ultimi tempi!

Scritto da Jan Philipp Sendker, il libro narra di un’inaspettata e coinvolgente storia d’amore. Il modo di raccontare fatti, luoghi e personaggi è talmente avvincente e appassionante da rendere impossibile staccarsi da libro per troppo tempo… lo si vuole finire davvero il prima possibile!

La vicenda si svolge principalmente a Kalaw, una tranquilla città tra le montagne birmane. E’ lì che Julia Win, giovane newyorkese di talento, si ritrova dopo la scomparsa del padre, nell’intento di ritrovarne le tracce e capire che ne è stato di lui. 

Tin Win, così si chiamava, è stato per lei un genitore modello: arrivato in America dalla Birmania per motivi di studio nel 1942, è diventato avvocato di successo e successivamente marito e padre modello, sempre presente e disponibile. Dopo 50 anni di vita ineccepibile, però, scompare misteriosamente.

Le sue tracce si perdono a Bangkok e la polizia, dopo qualche mese di indagini, archivia il caso dicendo che probabilmente si tratta dell’ennesimo uomo che, dopo aver condotto per anni una doppia vita, ha finalmente deciso da che parte stare.

Julia è lì lì per lasciarsi convincere da quella versione dei fatti, quando viene ritrovato tra i libri del padre l’indirizzo di una certa Mi Mi residente a Kalaw e una lettera a lei indirizzata:  “Mia amata Mi Mi, sono passati cinquemilaottocentosessantaquattro giorni da quando ho sentito battere il tuo cuore per l’ultima volta“. Julia non può far finta di niente, qualcosa è cambiato: forse c’è ancora la possibilità di ritrovare papà! E, arrivata a Kalaw, tutto comincia  in una modesta casa da tè con il racconto di U Ba, un uomo, incontrato per caso, che sembra sapere tutto, ma proprio tutto, su suo padre

E’ una storia commovente ma non straziante, malinconica ma non triste: la storia di un uomo che ha cercato di affrontare quanto la vita gli ha presentato con grande coraggio e devozione, rispettando le regole dettate dalla sua cultura e, alla fine, dal suo cuore.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>