AMREF: con il sostengo a distanza puoi regalare il futuro ad un bambino in Africa

Con il Sostegno a Distanza AMREF puoi cambiare il destino di un bambino in Africa.

Nonostante tutti i progressi tecnologici e le scoperte scientifiche fatte negli ultimi decenni, sono ancora troppe le famiglie nel mondo a soffrire la vera e concreta povertà, quella fatta di mancanza d’acqua, di cibo, di una casa, d’istruzione ed educazione. Fortunatamente sono molte le organizzazioni che si occupano di aiutare i Paesi in difficoltà, cercando di trovare soluzioni adeguate e sostenibili ai loro problemi.

AMREF, l’African Medical and Research Foundation nata nel 1957 dall’impegno del chirurgo Michael Wood, è la prima organizzazione sanitaria privata di identità africana, fondata in Africa e con base in Africa. Colpito dalle drammatiche condizioni sanitarie di quelle aree, il medico inglese ben presto si rese conto che riusciva a portare gran poco soccorso con il suo piccolo aereo rispetto alle reali necessità delle popolazioni locali e, deciso ad andare all’origine dei loro problemi, cominciò a prendersi cura della gente offrendo formazione ed educazione sanitaria.

Il Sostegno a Distanza AMREF

AMREF oggi gestisce circa 140 progetti di sviluppo sanitario in 6 paesi con il coinvolgimento attivo delle comunità, del personale e dei sistemi sanitari locali. Uno di questi è il Sostegno a Distanza AMREF, un progetto in collaborazione con il Ministero della Sanità del Kenya nato per difendere i fondamentali diritti alla vita dei bambini investendo sul loro futuro, attraverso il miglioramento delle strutture scolastiche, corsi di educazione sanitaria, costruzione di servizi igienici e mezzi d’accesso a fonti d’acqua pulita.

E’ un’iniziativa che richiede alla quale può partecipare anche ognuno di noi in prima persona con il suo piccolo contributo: in Africa ci sono oltre 30 milioni di bambini che vivono abbandonati nelle strade per i quali anche un solo euro potrebbe fare la differenza!

Diventare un SOSTENITORE A DISTANZA servirà a migliorare le condizioni di vita e di salute dei bambini, trasformandoli a loro volta in piccoli ambasciatori, visto che con naturalezza diffonderanno le nozioni apprese in famiglia e tra gli amici :-) .

Giobbe Covatta, lo storico testimonial di AMREF, è il protagonista del video “Vedrai… il futuro!” volto a promuovere il sostegno a distanza. Attraverso un simpatico parallelo “bambino in Italia – bambino in Africa“, il comico e attore italiano si impegna a sensibilizzarci al problema, visto anche l’imminente arrivo del Natale. Offrire una condizione di vita migliore ai bambini dell’Africa non è utopia: sostieni AMREF e darai loro la possibilità di vedere il loro futuro!

Articolo sponsorizzato

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>