20 gennaio 2009: Barack Obama diventa il primo presidente nero degli Stati Uniti d’America

ll 20 gennaio 2009 è destinato a diventare una delle date più importanti della storia dell’America: in quel giorno un afro-americano è stato proclamato Presidente degli Stati Uniti.

Accompagnato dalla moglie Michelle e dalle due figlie Malia e Sasha, Barack Hussein Obama – quarantotto anni il prossimo 4 agosto – ha prestato giuramento di fronte ad un bagno di folla: resterà indelebile nella memoria di tutti i presenti l’immagine del primo uomo di colore che ripete le parole di rito, promettendo di assolvere ai suoi doveri nel rispetto della costituzione, con le mani appoggiate sulla Bibbia che fu di Lincoln e la voce rotta dalla commozione.

Nonostante il terribile freddo che attanagliava Washington, centinaia di uomini e donne di ogni razza, colore ed estrazione sociale si sono radunati attorno ad Obama per offrirgli il loro sostegno e manifestargli le loro speranze: un’America divisa tra l’eccitazione per il primo presidente nero e l’ansia per un paese segnato dal terrorismo, dalla guerra e da una gravissima crisi economica.

Di tutto ciò ha parlato il 44° presidente degli Usa dopo aver prestato giuramento. Quanto ha pronunciato non è stato semplice retorica ma un discorso concreto, in cui ha dimostrato di sapere ciò che lo attendeva: famiglie senza casa, uomini e donne senza lavoro, scuole inefficienti, sanità troppo costosa. “Oggi vi dico che le sfide che abbiamo di fronte sono reali. Sono serie e sono numerose. Affrontarle non sarà cosa facile né rapida. Ma America, sappilo: le affronteremo” queste le fiduciose parole del presidente d’America “Oggi siamo riuniti qui perché abbiamo scelto la speranza rispetto alla paura, l’unità degli intenti rispetto al conflitto e alla discordia.” Cliccando qui potrete leggere l’intero discorso di Barack Obama, anche in lingua originale.

Alcune tra le più famose star di Hollywood hanno deciso di manifestare al neo Presidente il loro appoggio girando un video in cui ripetono “I PLEAGE“, cioè “mi impegno”.

Molte sono le speranze che gli americani hanno riposto in questo afro-americano diventato da poco loro Presidente. Speriamo che Barack Obama si riveli davvero all’altezza delle loro aspettative… noi glielo auguriamo!


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>