Come far “passare le feste” alla Stella di Natale

La Stella di Natale è sicuramente la pianta più regalata in questo periodo dell’anno. Chiamata anche Poinsettia, la Stella di Natale è costituita da piccoli fiori giallastri situati al centro, da cui si diramano numerose brattee bianche, rosa o rosse. E’ una pianta particolarmente delicata, ama i luoghi freschi e luminosi e teme le correnti di aria, sia fredda che calda.

In genere, passato il periodo natalizio, quando comincia a perdere le foglie, siamo abituate a buttarla. Perchè quest’anno, invece, non provare a tenerla in vita fino al Natale 2009? Non è difficile raggiungere lo scopo, basta seguire tre semplici passi:

  1. tagliate i rami “spogli”, lasciando solo dei “moncherini” di 10-15 cm di lunghezza
  2. mettetela in un vaso un poco più grande, riducendone leggermente le radici
  3. lasciatela riposare in un luogo fresco finchè passa l’inverno, portatela quindi fuori in un luogo luminoso, avendo cura di annaffiarla regolarmente (ma non troppo) e di concimarla mensilmente

Per il Natale 2009 avrete la soddisfazione di essere riuscite a far sopravvivere la Stella del Natale precedente… e chissà che le vostre amiche, sapendo che la Poinsettia ce l’avete già, non vi regalino magari al suo posto una Rosa di Natale ;-)

4 Comments

  1. eloisa

    dicembre 11, 2008 at 2:32 pm

    ciao Rose,
    sai avevo provato questo metodo, ma dopo qualche mese il mio attuale marito l’ha buttata e ha detto che me ne compra un altra x il prossimo natale…per la cronaca non l’ho ancora ricevuta!!!

  2. Pingback: Come coltivare la Rosa di Natale? | Rose In The Wind

  3. Pingback: Natale 2011: 15 idee regalo per stupire chi ami | Rose In The Wind

  4. Pingback: Vuoi stupire gli ospiti? Trasforma i tovaglioli in simpatiche stelline! | Rose In The Wind

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>