Il re indiscusso di balconi e terrazze? E’ il geranio!

geraniD’estate balconi, terrazze e portici si riempiono di gerani, una tra le piante più amate dalle donne perchè è facile da coltivare e produce una quantità incredibile di fiori. Chiamato anche Pelargonium, il geranio è originario dell’Africa australe e si dice sia stato portato in Italia da un nobile veneziano, che rimase affascinato dai suoi meravigliosi colori.

Le specie più diffuse sono le seguenti:

  • gerani-rocciaGeranio Zonale - Caratterizzata da portamento eretto, ha fusti tondi e carnosi con foglie grandi e tondeggianti, che presentano al loro interno una zona più scura, da cui deriva il nome “zonale”
  • Geranio Edera Semplice - Anche in poca terra, con poca acqua e tanto sole questa varietà riesce a dare magnifiche fioriture. Il suo portamento è pendente (da questo il nome “edera”), ha foglie piccole e tondeggianti, fiori dai petali leggeri e delicati.
  • Geranio Edera doppio – Assomiglia alla varietà semplice, ma è meno vigoroso, i suoi fiori sono doppi, le foglie più carnose e con zone più scure come lo zonale.
  • Geranio Imperiale – Il suo portamento è eretto, le sue foglie sono tante e fitte, i suoi fiori sono grossi e abbondanti.
  • Geranio Odoroso – Si riconosce per il profumo che emana, in genere sa di menta o limone. Ha portamento eretto, il colore delle foglie dipende dalla varietà e la sua fioritura non è tanto abbondante quanto le altre varietà.

Il geranio ama il sole ma teme le correnti d’aria, necessita di annaffiature frequenti e di una buona dose di concime circa ogni due settimane. Quando fiorisce (soprattutto in estate) è estremamente importante rimuovere i fiori mano a mano che appassiscono, per permettere alla pianta di formarne di nuovi più velocemente. Anche le foglie secche devono essere eliminate, per evitare che diventino veicolo di malattie parassitarie.

1 Commento

  1. Pingback: Balsamo delizia rassodante al geranio Sanoflore: per una pelle più tonica ed elastica! | Rose In The Wind

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>